LA CONDIZIONE UMANA II°

Condizione umana 2
La condizione umana (The Human Condition) consiste in due dipinti (100×81 cm, olio su tela): il primo di essi risale al 1933 ed è situato alla National Gallery di Washington, mentre il secondo venne realizzato due anni più tardi e appartiene alla collezione Simon Spierer di Ginevra.
Nel dipinto "La condizione umana II" si può notare una stanza spoglia, con una porta a forma di arco che dà su una spiaggia, e un cavalletto. A prima vista sembrerebbe che l'arco non sia perfetto ma che presenti una rientranza sul muro, ma in realtà, guardando con attenzione, si nota che la tela poggiata sul cavalletto raffigura il prolungamento del paesaggio sullo sfondo. Vi è raffigurato un cavalletto da pittore e una tela posti parzialmente davanti ad una finestra, precisamente davanti ad un arco aperto sul mare: la tela riproduce (quadro nel quadro) la parte di paesaggio che essa copre allo sguardo, dando l'impressione di perfetta continuità con la porzione di paesaggio rimasta visibile attraverso la finestra. Soltanto il bordo della tela ci segnala l'esistenza di una differenza tra la superficie della tela e il paesaggio.
Rispetto all'opera "La condizione umana I", notiamo che il cavalletto è posto in un punto diverso e in questo modo il pittore sceglie di conferire un taglio, una forma e una dimensione all'immagine.