LO ZERO
ROBERTO BENIGNI, E L'ALLUCE FU, EINAUDI, TORINO 1996, PP. 83-84 (disegno di Elvira Giannattasio)



Ma lo sai quanto ci hanno messo gli uomini per inventare lo zero?
Millenni e millenni. Avevano tutti i numeri, ma lo zero no.
Il senso del nulla è entrato nella vita di tutti i giorni. E il nulla è diventato come una caffettiera.
 
E come ti fa a venire in mente un numero che indica che non c'è nulla, il nulla?
Qui ce ne sono quattro, qui ce ne sono cinque e qui ce ne sono zero.
È come dire: "Qui ce ne sono non ce ne sono".
Altro che Einstein! Per intuire lo zero ci vuole un cervello grosso come il Colosseo, che infatti somiglia a uno zero.